Tour Travels Van Viaggi Vita in camper

Laghi e cascate: questo è Friuli Venezia Giulia!

“Forse la verità dipende da una passeggiata intorno al lago” (Wallace Stevens)

“La creatività dell’acqua e il rigore della roccia: ed ecco la cascata” (Fabrizio Caramagna)

A questa regione non manca proprio nulla! 

In Friuli Venezia Giulia c’è proprio tutto! Negli scorsi articoli abbiamo visto le località montane, collinari, i borghi  più belli d’Italia e i castelli . Ma in questa regione ci sono anche bellissimi laghi e cascate che meritano davvero di essere visti. Ed è di questi che parleremo ora. 

I laghi

Laghi ce ne sono di svariati tipi, grandi, piccoli, di origine glaciale o di origine artificiale. Io non li ho visitati tutti ma solo due: il Lago di Barcis ed il Lago di Cavazzo.

Il primo, il Lago di Barcis (video), è un lago artificiale situato in Valcellina (PN), a 402 metri di altitudine. Molto famoso per le tinte delle sue acque che vanno dal verde al celeste. Sulla sua sponda settentrionale sorge il paese Barcis. Conosciuto anche perché è un importante centro per sport lacustri come windsurf, vela, pesca sportiva ecc. 

Il Lago di Cavazzo (video) si trova in provincia di Udine ed è il lago naturale più esteso della regione. Chiamato anche Lago dei tre Comuni poiché le sue acque toccano il comune di Cavazzo ed i confinanti comuni di Bordano e Trasaghis.

In estate è un luogo ideale per prendere il sole, fare un picnic o semplicemente per rilassarsi e riposare. Oppure puoi passeggiare lungo il sentiero che lo circonda e osservare la ricca varietà di flora e di fauna attingendo indicazioni dai cartelli informativi posti lungo il percorso. E’ possibile praticare sport come la vela e la canoa.

Altri laghi degnu di nota e che vale la pena vedere sono:

1 – I Laghi di Fusine la cui conca è tra le più affascinanti della regione. Sono di origine glaciale. Sono due e sono collegati tra loro da facili sentieri. Incastonati tra le Alpi Giulie alla base della catena montuosa del Gruppo del monte Mangart. Sono poco distanti l’uno dall’altro e sono un capolavoro della natura. Dalle acque limpide, circondati da boschi dove vivono tanti animali selvatici.


2 – Il Lago del Predil : lago montano di origine glaciale, situato nella zona di Tarvisio. E’ il secondo lago per grandezza dopo il lago di Cavazzo. Vi è un’isoletta, che è il relitto di un arco morenico, che in parte sommersa, e crea un paesaggio molto suggestivo.


3 – Lago di Sauris: lago artificiale sito in Val Lumiei, nelle vicinanze di Sauris, a 977 metri di altitudine. Lo trovi sulla strada che da Ampezzo sale a Sauris, in località la Màina, nel cuore della Carnia.


4 – Il Lago di Cornino è un piccolo lago alpino situato all’interno della riserva naturale regionale di Cornino, un’area protetta E’ caratterizzato dal colore delle sue acque verdeazzurro. Lo puoi raggiungere con una breve camminata su un sentiero che parte dal parcheggio situato lungo la strada poco dopo il paese. Lungo la strada provinciale trovi anche una piattaforma panoramica che permette di ammirare il lago in tutta il suo splendore.


5 – Lago di Ragogna: di origine glaciale, situato tra Ragogna e San Daniele del Friuli, dalla forma ellittica, si è formato 12000 anni fa. Ha un diametro di 700 metri e puoi ammirarlo percorrendo un semplice sentiero ad anello che lo circonda, lungo 4 km.


6 – Lago di Redona: lago artificiale sito in Val Tramontina, fra Tramonti di Sopra e Tramonti di Sotto (PN). Caratterizzato da piccoli borghi sommersi che sorgevano nella valle e che ritornano alla luce quando il livello delle acque scende.


7 – Lago di Bordaglia: laghetto alpino di origine glaciale situato a 1750 mt di altitudine nel comune di Forni Avoltri (UD) all’interno dell’oasi di Bordaglia. Una vasta oasi di rifugio faunistico regionale. Si raggiunge percorrendo un sentiero adatto a persone con una buona attitudine a camminare.


8 – Lago di Doberdò: lago carsico situato in provincia di Gorizia nel comune di Doberdò. Il livello delle sue acque varia molto durante l’anno a causa delle piogge e delle variazioni della portata dei fiumi sotterranei.

Sono sparsi in tutta la regione e sono situati sia in pianura che in montagna. Ti posto la mappa con le puntine in modo che a seconda il tuo percorso di viaggio, tu possa scegliere quale visitare.

Le cascate

Le cascate in regione sono numerosissime e sono molto scenografiche. La lista è lunga e provo ad indicarti le più famose e particolari. Personalmente ne ho viste solo due fin’ora: Le cascate di Kot e la cascata della Val Rosandra percorrendo dei fantastici sentieri immersi nella natura.

Le cascate del Kot (video), io e Max, le abbiamo scoperte per caso un pomeriggio mentre ci dirigevamo sul Monte Matajur col van. Si trovano a San Leonardo, nelle Valli del Natisone. Il sentiero che porta alle cascate è lungo 600 mt e lo può affrontare chiunque in quanto non presenta grossi dislivelli.

Immerso nel silenzio più assoluto, ti fanno compagnia solo i suoni della natura. Si arriva così ad una piccola conca racchiusa, dove da un lato vi è la cascata e dall’altro una bellissima colata di muschio. Un antro presso la cascata ospita una piccola statua della Madonna.

Nel parco naturale della Val Rosandra (video) si trova l’unica cascata della provincia di Trieste. Anche qui un sentiero, in questo caso, un pochino più difficile, porta alla base della cascata che è lunga circa 30 mt. Panorama bellissimo immerso nel Carso triestino.

Quando siamo andati a visitare Pesariis (video) ci siamo imbattuti per puro caso in un cartello che indicava un sentiero ed una cascata. Si parte dalla strada statale 465 della Val Pesarina. Arrivati all’azienda F.lli Solari, si prende un facile sentiero. Si giunge ad un ponte di pietra che bisogna oltrepassare (attenzione perché è molto stretto e non ci sono appoggi e quindi non è proprio per principianti) e conduce alla cascata di Fuas (video). Purtroppo quel giorno ci siamo dovuti fermare al ponte in quanto vi erano molti alberi caduti che ci impedivano di continuare. Max è andato dall’altra parte ma non ha potuto ovviamente proseguire.

Eccoti una mappa con alcune delle numerose cascate presenti in regione.

Penso di averti detto tutto. Nel prossimo articolo visiteremo insieme le località di mare del Friuli Venezia Giulia. E tu conosci questi laghi e cascate di cui ti ho parlato? Ti aspetto nei commenti se vuoi raccontare la tua esperienza o dare suggerimenti su queste località. A presto!

Lucy

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.